Jessica Galassi Ha Scritto:

D&O (“Directors & Officers Liability”)

Di cosa si tratta?
Polizza di rc che tutela chi, all'interno di una società, riveste la carica di amministratore ai sensi degli art. 2380 bis e 2475 e ss del Codice Civile, dirigente, consigliere, membro del consiglio di gestione, membro del comitato per il controllo sulla gestione, membro del consiglio di sorveglianza, direttore generale, dirigente responsabile del trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e/o responsabile della sicurezza ai sensi del D.Lgs 81/2008, quadro e/o funzionario.

Cosa protegge?
Gli amministratori devono svolgere il proprio ruolo con diligenza e competenza, secondo le norme del Codice Civile in materia di diritto societario e sono responsabili personalmente dei danni causati a terzi nello svolgimento della relativa attività.
In caso di risarcimento essi sono impegnati con il proprio patrimonio personale.
Questa polizza protegge il patrimonio il patrimonio personale delle persone assicurate dalle richieste di risarcimento da parte di terzi e da quelle riconducibili a controversie in materia di procedimenti del lavoro.
Estensione anche per Società a partecipazione pubblica.

Quali sono i vantaggi?
Gli amministratoti e i dirigenti proteggono il loro patrimonio.
La polizza ha retroattività illimitata
Il premio comprende fino a 3 cariche.
Essendo un costo aziendale é deducibile fiscalmente al 100%.

Quando interviene? Alcuni esempi..

Violazione dell’obbligo fiduciario nei confronti degli azionisti; richieste di risarcimento derivanti da “mala gestio”/cattiva amministrazione del patrimonio aziendale; violazione di leggi e regolamenti; fallimento,  bancarotta  ed  altre  procedure  concorsuali;  violazione  degli  impegni  assunti  con  i creditori;  mancato  rispetto  della  normativa  pubblica;  mobbing  e discriminazioni  in  genere; violazioni  di  accordi  aziendali;  violazioni  di  legge  sulla  privacy;  violazioni  relative  al  mancato rispetto   della   normativa   sulla sicurezza   nell’ambiente   di  lavoro;   mancato   rispetto   delle disposizioni previste dal D.lgs 231/01; indebita percezione di erogazioni pubbliche; violazione di norme sulla pubblicità....

VAI AL PROFILO DELL'ASSICURATORE