Daniele Fioretti Ha Scritto:

💰Come crearsi la pensione di scorta a “costo zero”

📶 Ogni dipendente ha un accantonamento ricorrente di cui non si rende conto, finalizzato alla futura liquidazione. Stiamo parlando del TFR che rappresenta circa una mensilità (per l'esattezza il 6,91% del reddito lordo annuo) e può essere tassato in maniera diversa a seconda che sia lasciato in azienda (o all’INPS nelle imprese con più di 49 dipendenti) o che sia conferito in un fondo pensione complementare.

🚀 È possibile pensare e agire per tempo alla futura pensione, senza alcuna uscita mensile, sfruttando il fattore T (tempo) e la capitalizzazione composta (interessi sugli interessi).

💡 Pensate che se un giovane di 25 anni con un reddito di 25.000 € lordi lasciasse il proprio Tfr in azienda, si troverebbe 100.000 € lordi accantonati ma solo 73.000 € netti di liquidazione. Al contrario con lo stesso montante e senza contare gli interessi, in un fondo pensione riceverebbe 91.000 € netti tramite la fiscalità agevolata, che equivarrebbero a circa 400 € mensili di pensione integrativa.

💸 Qualora la scelta fosse presa più tardi il vantaggio sarà proporzionale agli anni di adesione con una tassazione massima del 15%, contro la tassazione del Tfr in azienda secondo le media delle vigenti aliquote Irpef degli ultimi 5 anni (dal 23% fino al 43%).

Per informazioni aggiuntive sono a disposizione online ed offline.

#educazioneprevidenziale

....

VAI AL PROFILO DELL'ASSICURATORE