Enrico Danna Ha Scritto:

COSA STIAMO FACENDO PER TUTELARE LA NOSTRA SALUTE E QUELLA DEI NOSTRI CARI?

La pandemia in atto ha messo a nudo le crepe del sistema sanitario nazionale e riportato in auge alcuni interrogativi troppo spesso lasciati in sospeso.

Sia chiaro, il nostro SSN rimane di standard decisamente elevato, sia in termini relativi che assoluti, ma è giusto fare alcune riflessioni.

A)è sempre più complicato accedere alle prestazioni sanitarie in tempi ragionevoli (le liste si allungano così come i tempi relativi alla prenotazione di esami e accertamenti)
B)capita che, a causa della riduzione della spesa pubblica destinata alla sanità, le strutture ospedaliere si trovino ad avere macchinari ed apparecchiature obsolete rispetto alle tecnologie più moderne (e, molte volte, la possibilità di disporre di una tecnologia più adeguata e moderna, può fare la differenza in termini di prevenzione e/o individuazione della malattia)
C)i livelli essenziali di assistenza (LEA) garantiti dalla nostra Costituzione, vengono continuamente ridotti sia in termini di prestazioni che di risorse.
D)La popolazione italiana invecchia sempre di più e figlia sempre meno. Da ciò si può intuire come, in prospettiva, anche il ricorso al supporto familiare (in termini economici e/o assistenziali sarà sempre meno fattibile).

Gli italiani sono sempre più vecchi e soli. Invecchiando, si ha più bisogno di esami, accertamenti, assistenza, etc. Cosa stiamo facendo per tutelarci? La risposta è: poco, se non nulla.

Gli italiani sono un popolo di risparmiatori (e la crescita delle giacenze sui conti correnti in questo ultimo anno ne è l'ennesima riprova), ma troppo spesso, per retaggio culturale o mentale, pensano che col risparmio ci si possa mettere al riparo da ogni problematica futura. Gli italiani pensano sempre che le cose si aggiusteranno da sole e che qualcosa succederà. Peccato che, molto spesso, avere la possibilità di fare un esame medico nel giro di pochi giorni piuttosto che nell'arco di mesi, può SALVARTI la vita.

Avete mai pensato che da un giorno all'altro ci si può ritrovare a non essere più autosufficienti?Avete mai pensato a quanti soldi servono per la cura di una persona non autosufficiente? Almeno 2500/3000 euro al mese, ovvero 30/36000 euro all'anno. Quanto pensate che possano durare le risorse risparmiate? E se si verificano altre esigenze finanziarie, come pensate di poterle affrontare?

Avete mai pensato alla tutela della vostra famiglia nel caso vi dovesse accadere qualcosa di brutto e non poteste più lavorare? Avete pensato ai costi di riabilitazione e fisioterapia, alle cure post degenza in seguito ad interventi, etc? Ci avete mai pensato?

C'è una risposta a tutti questi quesiti: ASSICURARSI

Perché ASSICURARSI?

Perché ASSICURANDOSI, si trasferisce il rischio ad una compagnia assicurativa e si mettono da parte tanti problemi.

Che valore date alla VOSTRA SALUTE e quella dei VOSTRI CARI?

Se volete cercare di capirne di più e valutare le soluzioni che possono risolvervi tanti problemi, sono a vostra disposizione.
Non pensate che siano cose che non vi riguardano o non vi toccano. Affrontare l'argomento è il primo passo per iniziare a rendere oggi, il domani migliore.....

VAI AL PROFILO DELL'ASSICURATORE